sentenza cassazione

Sentenza cassazione: salvo nessun potere drogante!

E’ arrivata il 30 maggio 2019 la sentenza della cassazione tanto attesa, riguardo la marijuana light. Sebbene la stampa mainstream abbia subito dichiarato illegale la marijuana light la sentenza sembra dire altro.

Leggendo bene il documento in primo luogo capiamo che la Cassazione vuole essere chiara sul fatto che la legge 242 non disciplina la vendita di infiorescenze.

La marijuana light, sempre secondo la sentenza, non è un prodotto vendibile “salvo che tali prodotti siano in concreto privi di efficacia drogante“. Quindi sembra che in realtà sia un si per i prodotti fino al 5%!

Il parere di Federcanapa è arrivato subito dopo. Secondo l’associazione più accreditata:

…Il testo della soluzione dice chiaramente che la cessione, vendita e in genere la commercializzazione al pubblico di questi prodotti è reato “salvo che tali prodotti siano in concreto privi di efficacia drogante”. Per tanto la Cassazione ha ritenuto che condotte di cessione di derivati di canapa industriale privi di efficacia drogante NON rientra nel reato di cui all’art. 73 del T.U. Stupefacenti.

Federcanapa Comunicato stampa 30 05 2019

Adesso non ci resta che vedere come le forze dell’ordine recepiscano questa sentenza.

Qui sotto la sentenza delle sezioni riunite della Cassazione e il comunicato stampa di Federcanapa.

Sentenza Sezioni riunite Cassazione Marijuana Light
Comunicato Stampa Federcanapa

Lascia un commento